Articoli

AICS e OCR: quando l’unione “dà” la forza!

Spartan Race, Legion Run o semplicemente Mud Run, comunque le si voglia chiamare, le OCR (Obstacle Course Race) sono il fenomeno sportivo del momento sicuramente destinato a crescere ulteriormente nei prossimi anni.

Gare di corsa prevalentemente da effettuarsi su circuiti sterrati, a volte impervi, fra boschi e fiumi, l’obbligo del superamento di ostacoli artificiali disseminati lungo tutto il percorso di gara, le immancabili pozze di fango in cui “tuffarsi”, sono solo alcune delle caratteristiche principali che individuano la disciplina sportiva delle OCR.

Il successo di queste gare e il sempre maggior numero di partecipanti è riconducibile principalmente a 3 motivi: 1) l’aspetto ludico-sportivo delle gare, spesso e volentieri i partecipanti vanno ad affrontarle collaborando in team o con l’aiuto degli “avversari” stessi, 2) la volontà di mettersi alla prova in una sfida con se stessi, in modo da dare anche un seguito e un senso agli allenamenti normalmente svolti al chiuso di una palestra, 3) al puro divertimento che si genera nelle situazioni di gara in cui è previsto il superamento degli ostacoli. Non meno importante è però anche l’aspetto agonistico delle OCR: la sfida con altri atleti per aggiudicarsi le prime posizioni, premi e trofei messi in palio e la conquista delle medaglie finisher sono altri aspetti fondamentali che fanno parte integrante delle gare.

LA PRATICA DELLA DISCIPLINA SPORTIVA DELLE OCR: ALLENARSI SERIAMENTE, DIVERTIRSI SERIAMENTE!

L’organizzazione delle famose Spartan Race che già da anni prevedono appuntamenti periodici nazionali ed internazionali con la partecipazione di atleti di tutto rilievo o le più recenti gare regionali, propongono ad un numero sempre più consistente di sportivi  l’occasione di competere nelle OCR.

La tipologia delle gare può variare notevolmente. Da percorsi brevi di 5km, si può arrivare fino ad oltre 20 km di lunghezza. Gli ostacoli disseminati lungo il percorso possono essere molteplici e di diverso tipo. Dagli ostacoli più tecnici da superare, quali lo scavalcamento di muri in legno di diversa altezza, arrampicarsi su funi, volteggi lungo monkey bar, trasporto di oggetti pesanti, solo per citarne alcuni, si arriva agli ostacoli più ludici e divertenti quali gli immancabili attraversamenti di pozzanghere colme di fango o il classico strisciare sotto il filo spinato.

Proprio per questo incredibile fascino, la pratica di questa attività viene però sempre più spesso approcciata in maniera approssimativa da sportivi provenienti da altre discipline o anche da semplici curiosi. Attualmente migliaia di sportivi appassionati già si cimentano in gare OCR e molti altri giorno dopo giorno si aggiungono a questo esercito di appassionati. Spesso però la preparazione fisica è insufficiente e si partecipa puntando esclusivamente sul divertimento delle gare. Ma come in ogni disciplina sportiva che si rispetti la preparazione è comunque fondamentale per evitare che il divertimento che si cerca inizialmente, venga sostituito a fine gara dalla sofferenza fisica dovuta ad una scarsa preparazione atletica o peggio ancora ad infortuni… per non parlare poi della semplice delusione dovuta ad una performance negativa e alle conseguenti, immancabili e pessimistiche riflessioni di fine gara. “Non sono portato per questo sport? Troppo faticoso? Mi dò al mini golf” (con tutto il rispetto per il mini golf). No, assolutamente!

Per evitare di perdere l’aspetto ludico delle OCR e continuare a gioirne, è semplicemente consigliato allenarsi nel modo più adatto rivolgendosi a strutture e istruttori che abbiano una formazione specifica in questo sport e non una generica preparazione in altri sport.  Chi è un esperto “corridore” poco sà di tecniche di superamento ostacoli! Il “palestrato” di turno, poco a che che vedere con lunghe gare di resistenza. Prepararsi con allenamenti mirati, eseguiti in palestra ma soprattutto all’aperto in bootcamps, dove sarà possibile sperimentare e perfezionare le tecniche di superamento degli ostacoli, è l’unica strada per confermare che “allenarsi seriamente equivale a divertirsi seriamente…soprattutto nelle OCR!”

Detto questo, è evidente che per ottenere un’adeguata preparazione fisica attraverso l’acquisizione di conoscenze tecniche specifiche indispensabili per l’approccio alla disciplina e alla gara, è necessario rivolgersi a strutture e tecnici che non si trovano ovunque. E’ opportuno che chi si prepara o insegna ad altri, lo faccia avendo acquisito le competenze e un titolo di “istruttore OCR” certificato da un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI e non un “titolo” semplicemente emesso da una qualsiasi associazione sportiva e la cui valenza si limiterebbe esclusivamente all’ambito dell’associazione stessa.

AICS e OCR

L’AICS, Associazione Italiana Cultura Sport, avendo quale fine istituzionale la promozione e l’organizzazione di attività fisico-sportive con finalità ricreative e formative, è riconosciuta dal CONI quale Ente Nazionale di Promozione Sportiva. A livello internazionale, intrattiene una fitta serie di relazioni con Associazioni dalle finalità educative, sportive, culturali, ambientalistiche, turistiche e solidaristiche, che contano milioni di aderenti in tutto il mondo; AICS è infatti membro dello CSIT (Confédération Sportive Internationale Travailliste et Amateur) e di OITS (Organisation Internationale du Tourisme Social). La struttura dell’AICS si articola in 20 Comitati Regionali e 120 Provinciali (oltre a numerosi Delegati Territoriali), a cui si possono affiliare società sportive e circoli in sintonia con le finalità statutarie dell’Associazione. L’AICS è radicata su tutto il territorio nazionale, grazie a circa 12.000 sodalizi che costituiscono i capisaldi di una rete policentrica in forte espansione, cui aderiscono circa 850.000 soci motivati dal senso dell’identità e dell’appartenenza.

L’AICS a riguardo delle Obstacle Course Race ha deciso di investire risorse culturali ed umane riconoscendo al proprio interno le OCR come disciplina sportiva ufficiale, riconoscendo copertura assicurativa per gli atleti tesserati AICS che la praticano o che volessero iniziare praticarla, creando un coordinamento nazionale e sviluppando corsi di formazione specifici per gli istruttori che volessero specializzarsi nell’insegnamento di questa disciplina sportiva in modo da poter rilasciare  la certificazione nazionale di Ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, indispensabile per poter insegnare anche in altre palestre e Bootcamp oltre quelli in cui sono stati emessi.

Il 27 aprile 2018 la Direzione Nazionale AICS ha approvato il riconoscimento della disciplina sportiva delle OCR (Obstacle Course Race) individuando come responsabile del coordinamento nazionale nel settore OCR il dott. Capasso Gabriele già presidente della Cross Training Sora da tempo organizzatrice di eventi OCR e quale istruttore responsabile della formazione AICS nella disciplina delle OCR con il corso Functional Training – OCR Specialist.

FORMAZIONE DI TECNICI AICS OCR SPECIALIST TRAINER

Il corso “Functional Training – OCR SPECIALIST” è il primo corso istruttore OCR multi-disciplinare certificato nazionale AICS, EPS riconosciuto dal CONI, in cui la formazione sulle OCR avviene a 360° e la cui certificazione, attraverso l’emissione del diploma nazionale AICS,  del tesserino nazionale istruttore e la contemporanea pubblicazione nell’albo nazionale istruttori AICS, abilità all’insegnamento nelle palestre e nei bootcamps della disciplina “Functional training – OCR Specialist” nel settore della Ginnastica finalizzata alla Salute e al Fitness.

Obiettivo del corso è quello di fornire, oltre all’aspetto pratico, l’approccio scientifico e tecnico-culturale per l’insegnamento della disciplina OCR e il miglioramento della performance sportiva negli atleti praticanti.

Il corso tenuto da 4 diversi docenti, si divide in 4 workshop di 4 giornate suddivisi in due weekend distinti per un totale di 20 ore di formazione. Programmazione dell’allenamento, biomeccanica del gesto atletico, nutrizione sportiva, integrazione e supplementazione alimentare, traumatologia, saranno solo alcuni argomenti trattati nel corso…dalla preparazione atletica alla gara!  In ogni giornata sono trattati argomenti teorico-tecnici e laboratori pratici sull’allenamento, esercizi di propedeutica indoor mentre la tecnica sugli ostacoli svolta outdoor presso il Bootcamp della asd Cross Training Sora nonché la simulazione di una gara OCR (5 km Sprint con 20+ ostacoli).

Per avere info sui corsi formativi, workshop, nominativi di tecnici OCR Specialist,  per aderire alla rete OCR AICS e iniziare a svolgere all’interno della vostra associazione la disciplina OCR avendo info di carattere tecnico-organizzativo o semplicemente per iniziare a praticare o insegnare questo sport, rivolgersi direttamente al coordinatore nazionale AICS per il settore delle OCR, dott. Capasso Gabriele al 3477652166, indirizzo mail lelloblu68@gmail.com oppure contattare la segreteria Asd Cross Training Sora al 333.6252782, indirizzo email info@crosstrainingsora.it

Per essere aggiornati sulle prossime date del corso Functional Training – OCR Specialist  e consultare l’intero programma del corso accedere sul sito Cross Training Sora

Per iscrizioni al corso accedere al sito Nazionale AICS

Per approfondire ulteriormente l’argomento OCR: “Estetica o Sport? E se scegliessimo le OCR?

 

,

ESTETICA O SPORT? E se scegliessimo le OCR?

 

Oggigiorno la maggior parte delle persone che si avvicina per la prima volta al mondo del Fitness e dello Sport lo fà principalmente per esigenze estetiche. “Sono grasso, mi vedo troppo magro, mi sento flaccido… che faccio?” Ovvio! Decido di iscrivermi in una palestra per diventare più snello, più muscoloso, più tonico e chi più ne ha più ne metta. Nemmeno i prodotti più miracolosi, beveroni vari e papponi da prendere al posto dei pasti, le mitologiche tisane limone e zenzero oppure l’ultima scoperta scientifica che ci fa perdere il grasso corporeo semplicemente ingerendo delle piccole capsule trasparenti al cui interno puoi intravedere chili e chili di frutta , the verde del Tibet e le proteine di un intero manzo disidratato, riescono ad avere lo stesso fascino e le stesse aspettative dell’affermazione “mi iscrivo in palestra”. Ci sentiamo di colpo Arnold Schwarzenegger o Michelle Lewin. Ho sempre ritenuto che l’avvicinarsi al mondo del Fitness con questi presupposti e queste motivazioni sia la maniera meno idonea per iniziare a fare sport e ottenere risultati anche dal punto di vista estetico! In tanti anni di esperienza come istruttore, ho sempre constatato che i migliori risultati di modificazione corporea e quindi anche a livello estetico, si ottengono solo partendo dalla ricerca di un miglioramento delle proprie prestazioni fisiche. Solo mirando ad essere più forti, più veloci, più agili, più resistenti si potrà avere come naturale conseguenza anche un miglioramento dell’aspetto estetico. La motivazione di partenza non deve essere mai “voglio essere più bello o bella”…anche perché i primi “seri” risultati sono e devono essere lenti. Questa lentezza spesso scoraggia, spesso si resta delusi davanti allo specchio da un iniziale mancanza di risultati e quindi si abbandona. Cosa diversa è essere motivati da obiettivi sportivi di miglioramento delle performance. In quel caso è più semplice notare i miglioramenti. “Sono diventato più forte, più veloce, più agile, più resistente” e se mi concentro sulla soddisfazione di vedere questi miglioramenti sarò motivato a proseguire sapendo per certo che ne conseguirà anche il miglioramento estetico.
L’estetica sarà sempre e solo una conseguenza!
Partendo da questo presupposto è ovvio e necessario dover fare delle scelte sul tipo di attività fisiche da scegliere.
Personalmente ritengo poco utili tutte quelle tipologie di allenamento che non puntano anche al miglioramento delle performance fisiche ma al semplice “faccio un po di moto”.
Ai miei allievi ho sempre consigliato attività complete che portassero miglioramenti delle proprie performance atletiche sotto tutti i punti di vista … e non basta! Per valutare i miglioramenti e far emergere nel miglior modo possibile l’aspetto motivazionale, ho sempre spinto i miei allievi ad allenarsi in un disciplina sportiva che possa permettere di valutare in maniera oggettiva i miglioramenti e i progressi anche al di fuori delle mura della nostra palestra.
Allenarsi con il fine di poter ambire a partecipare ad una gara, competitiva o meno, è lo stimolo giusto per impegnarsi di più e raggiungere i migliori risultati.
Una delle attività sportive che ritengo fra le più divertenti e complete, attualmente molto di moda e di tendenza, sono le Obstacle Course Race – OCR o le più conosciute Spartan Race.
Ovvio che se ritengo la partecipazione a questa tipologia di gare un attività sportiva completa, di conseguenza dovranno essere completi anche gli allenamenti necessari per praticarla.
Avere forza, agilità, velocità, resistenza, sono solo alcune componenti imprescindibili per partecipare a tali gare e quindi sarà indispensabile allenarsi in maniera completa per praticare questa disciplina.
Un allenamento affinchè sia efficace alla preparazione di qualsiasi attività sportiva, deve essere sempre “funzionale” allo scopo.  Non posso praticare aerobica se voglio fare una gara di sollevamento pesi! Nel nostro caso, per le OCR, sarà necessario allenarsi in maniera multidisciplinare. Utilizzare i pesi, esercitarsi a corpo libero, allenare la corsa sia nella velocità che nella resistenza. Bisognerà curare la mobilità articolare e negli allenamenti si dovranno proporre esercizi principalmente multiarticolari. Sarà necessario spaziare da movimenti pliometrici a esercizi isometrici non tralasciando nulla al caso e non dimenticando di aggiungere “l’ingrediente segreto”.
Non lo dite a nessuno, ma il vero segreto di questi allenamenti dovrà essere l’aspetto ludico!
Le OCR stanno avendo tanto successo proprio perché il primo aspetto di questa attività sportiva è il divertimento.
Il divertimento che si prova nel superare gli ostacoli e la soddisfazione che si ha nell’averlo fatto, cancella la fatica….anche strisciare nel fango diventa un divertimento!
Avete presenti i bambini nei parchi pubblici ridere felici mentre si divertono nell’arrampicarsi sulle strutture destinate ai loro giochi? Arrampicarsi, scivolare, correre, saltare sono le attività che da bambini tutti noi abbiamo amato.
Nelle OCR si recupera lo spirito ludico dei bambini e lo si sfrutta per allenare le performace atletiche necessarie al superamento degli ostacoli.
C’è chi ritiene le OCR più vicine ad un addestramento di tipo militare, sicuramente è vero! Ma io personalmente preferisco assimilarle ai parchi giochi dei bambini…ritengo sia più giusto motivare lo sport con la gioia!
Ora se dopo aver letto questo articolo, ancora il vostro primo motivo per iniziare ad allenarvi è migliorare il vostro aspetto fisico, vi consiglio di scegliere allenamenti con il fine di praticare le OCR, sarà indubbiamente più divertente ed efficace della classica lezione di Trik TraK e Ballak (prossima disciplina sportiva miracolosa importata direttamente dagli States) e in men che non si dica raggiungerete entrambi gli obiettivi…sarete più atletici e di conseguenza anche piu “belli”.
Se vuoi iniziare ad avvicinarti al mondo delle OCR è però necessario non improvvisare. Rivolgiti ad istruttori esperti e qualificati. Gli istruttori di “Functional Training – OCR Specialist” sono istruttori certificati nazionali Aics e saranno a vostra disposizione per proporvi allenamenti mirati sia in palestra che nei bootcamps essendo in grado di seguirvi in maniera completa e multidisciplinare, compreso negli aspetti nutrizionali.

Se invece ritieni di essere già allenato e di volerti mettere subito alla prova, ti consiglio di partecipare alle 4 tappe del campionato 2018 della Lega OCR Italia … dove lo sport è per tutti! 4 gare impegnative e molto divertenti che non potranno far altro che farti appassionare definitivamente a questo sport.

Buon allenamento e buon divertimento!??
Coach Trainer Lello Capasso